Tours

Nel programma di attività diurne del festival non possono mancare le attività di gruppo all’aperto come le tipiche camminate hiking. Per la prima edizione del festival, visiteremo Faro Punta di Palascìa e Porto Selvaggio, due tra i luoghi marittimi più suggestivi del Salento.

Sul lato adriatico del Mar Mediterraneo, inizierà dalla nota cittadina Otranto e proseguirà verso il punto più ad est d’Italia: il faro di Punta Palascìa, con speciale tappa in un ambiente naturale spettacolare, un laghetto all’interno di una vecchia Cava Di Bauxite. Un luogo magico e suggestivo, circondato tutto intorno da terra colorata e dalla presenza dominante del minerale, che appare di un colore rosso intenso e mette ancora di più in risalto il verde brillante delle acque del laghetto, nonché il colore intenso della vegetazione circostante. Una volta giunti in tale luogo, ci dirigeremo nuovamente alla volta del Faro di Punta di Palascìa dal quale, nei giorni in cui il cielo è più limpido sarà possibile scorgere all’orizzonte le montagne albanese e le prime isole greche.

Sul lato costiero ionico, invece, visiteremo il Parco di Porto Selvaggio, un percorso che si estende per circa due chilometri a partire da Torre Uluzzo e in cui ci si addentra nella natura incontaminata con una vista mare mozzafiato. Un luogo ameno e selvaggio (come lo stesso nome lo indica) fatto di piccole baie, anfratti tra la costa rocciosa e grotte di preistorica frequentazione. I nostri occhi saranno abbagliati dal verde della vegetazione e dal blu al turchese del mare.

Il Parco Naturale è delimitato da due torri di avvistamento cinquecentesche, antiche sentinelle della costa salentina. Avremo scorci panoramici su Gallipoli ed il faro di Sant’Andrea. Cammin facendo giungeremo infine nella piccola baia dove i camminatori potranno trovare refrigerio immergendosi nelle limpide acque.